WELFARE AZIENDALE: CONVIENE A TUTTI, soprattutto se è “SANITARIO”

By | 2 Novembre 2016

bills-496229Ogni anno tutti gli Italiani, da zero a cento anni, pagano una tassa nascosta: nel 2015 è stata di 569 € con un aumento di circa 80 € rispetto al 2013. Welfare aziendale

Si tratta della spesa che tutti i cittadini sono costretti a pagare per curarsi o effettuare altre prestazioni sanitarie, che solo pochi anni fa erano totalmente gratuite.

In totale fa 34 miliardi e mezzo. Ora se pensiamo che nel 2010 erano “solo” 27 miliardi , possiamo immaginare subito la direzione che sta prendendo la Sanità Pubblica.

Il numero che fa più riflettere è che 11 milioni di italiani nel 2015 hanno rinunciato a curarsi o hanno rimandato i controlli necessari. Spesso per mancanza di fondi.

In questo contesto si fa sempre più strada la scelta di molti imprenditori lungimiranti, di destinare alla sanità integrativa le risorse impegnate ogni anno nel Welfare Aziendale.

Per Welfare Aziendale si intende il sistema di prestazioni “non monetarie” finalizzato ad aumentare il benessere del lavoratore e della sua famiglia.

Rispetto al premio in denaro o all’aumento di stipendio, il sistema di Welfare è molto più conveniente sia per chi lo eroga, l’imprenditore, sia per chi lo riceve e cioè il dipendente.

Vediamo di seguito uno schema di confronto tra un aumento se pur piccolo di stipendio e la stessa cifra investita in una prestazione di Welfare:

raffronto_casse copia

Per l’imprenditore balza subito agli occhi la notevole differenza. Se decido di spendere 300 €, spendo effettivamente 300 €, mi deduco 300 € e al dipendente arrivano 300 €…

Ma al dipendente arrivano effettivamente 300 €??

Se scelgo di regalare il classico buono carburante al dipendente arriveranno 300 € di gasolio o benzina, non un euro in più.

Se erogo un contributo per l’asilo nido o un buono spesa di 300 € il dipendente avrà un vantaggio del valore di 300 €, non un euro in più.

Se invece io, imprenditore lungimirante, quei 300 € li investo in un sussidio erogato da una Società di Mutuo Soccorso che prevede un capitale importante da spendere dove il lavoratore desidera, quale vantaggio economico sto effettivamente regalando al mio dipendente? 

Se il sussidio prevede un check up oncologico o cardiaco, oppure fino a 1000 € per visite specialistiche, la percezione sarà di un bonus di 300 € oppure di un vantaggio che può arrivare a diverse migliaia di euro?

Ecco che la Sanità Integrativa diventa un bonus ricercato nell’ambito del Welfare Aziendale, un grosso vantaggio economico e non solo per entrambe le parti in gioco.

Il Welfare Aziendale migliora il clima in azienda, migliora la prevenzione e la cura con la conseguenza di minori giorni di assenza dal lavoro e più produttività.

Fine anno è sempre il momento in cui tutti ci sentiamo più buoni: invece del classico e ormai scontato pacco con panettone e bottiglia, regala ai tuoi collaboratori un 2017 più sereno dal punto di vista Sanitario.

Male che vada ti ringrazieranno perché avrai fatto loro risparmiare i 569 € che comunque saranno costretti a spendere per le ormai “assodate” e “destinate ad aumentare” mancanze del Servizio Sanitario Nazionale.

 

Buona Vita e Buona Salute

 

Maria Sole.

 

P.S. Se vuoi saperne di più contattati al Numero Verde

 

Lascia un commento