Treviso: banca condannata a restituire interessi anatocistici e usurari

By | 1 Luglio 2015

muttleyLo sorso mese di marzo presso il Tribunale di Treviso una banca è stata condannata dal giudice a rimborsare al suo cliente oltre 18.000€ di interessi e spese indebitamente prelevate, oltre a pagare per intero le spese di lite (7.500€) e quelle per il C.T.U..

Non è una novità, in giro per i Tribunali italiani sentenze simili sono all’ordine del giorno.

Cito questa per un motivo ben preciso e adesso ti racconto perché.

Giovedì scorso mi chiama una mia cliente della zona di Vicenza per raccontarmi di una telefonata appena ricevuta.

Un signore la chiamava a nome di un’azienda che si occupa di far recuperare agli imprenditori i soldi pagati in più alle banche.

La signora molto gentilmente ha risposto che aveva già provveduto sia a fare i controlli sia a intraprendere l’azione verso una banca per farsi restituire i soldi essendo stata riscontrata la presenza di usura.

Apriti cielo!

Quando questo signore ha sentito il nome della società alla quale si riferiva la signora sono partiti una serie di insulti di cui vi elenco i più leggeri:

“sono tutti ladri; fanno le perizie e scappano, l’usura sui conti correnti non esiste: le hanno raccontato una bugia; hanno un sacco di clienti che li vogliono denunciare…”

Pensa lo stato d’animo della mia cliente che, come detto, mi ha subito chiamato.

Scarica GRATIS il MANUALE DI AUTODIFESA DEL CLIENTE BANCARIO !

Ho contato fino a 10, anzi, ho proseguito fino a 100…, mi sono fatto dare il nome di questo personaggio e il giorno dopo, a mente fredda, l’ho chiamato.

Ho fatto finta di essere un imprenditore che aveva bisogno e ho iniziato a fargli domande: non ti dico il livello di competenza!

Poi gli ho chiesto informazioni su quella società di cui un tale Gerry Scotti fa pubblicità su Canale 5. E qui è partito in quarta ripetendomi gli insulti già sentiti dalla signora mia cliente.

La cosa che mi faceva più arrabbiare era: “l’usura sui conti correnti NON ESITE!!!!!!!”

Ho contato fino a 10 ma stavolta non sono andato oltre e mi sono presentato.

Povero lui… dopo un breve silenzio ha provato a difendersi balbettando e cercando di giustificarsi dicendo che erano cose che aveva letto in internet … che non erano pensieri suoi (e vorrei ben vedere) ma quello che dice una nota associazione di consumatori il cui signor presidente è già da un po’ di mesi che ci attacca (vedi articolo precedente), ecc.

Ho chiuso la telefonata con lui che mi ringraziava per il fatto che non l’avrei denunciato.

Mi ha dato la sua mail e gli ho inviato a sentenza (assieme a tante altre) citata all’inizio…

Povero consulente, esperto solo in anatocismo, che figura di … !!

D’altronde Gandhi aveva pienamente ragione:

“PRIMA TI IGNORANO, POI TI DERIDONO, POI TI COMBATTONO. POI VINCI”

Se vuoi sapere quanta usura ti è stata applicata dalla tua banca chiamami che ti faccio vedere: alla faccia di chi dice che l’usura non esiste!!

 

Buona Vita!

Gianmario

Scarica GRATIS il MANUALE DI AUTODIFESA DEL CLIENTE BANCARIO !

Lascia un commento