Ma la Legge 3 del 2012 (SALVA SUICIDI) funziona davvero contro i debiti?

By | 26 marzo 2017

“Ma la Legge 3 del 2012 (salva suicidi) funziona davvero contro i debiti?” “Ma esiste sul serio?” “Ma davvero dopo sono pulito dai debiti?”

Mi sento spesso chiedere molte cose a riguardo della legge 3 del 2012, la ormai “quasi” famosa Salva Suicidi

All’inizio del 2012, se ti ricordi, i giornali erano pieni di notizie riguardanti tantissime persone che, non riuscendo più a sopportare il peso dei molti debiti, prendevano una decisione drastica e purtroppo definitiva: si suicidavano.

In quel periodo fu emanata una legge di civiltà, che in tutto il modo già esiste da molti decenni. La Legge 3 del gennaio 2012. Denominata appunto la “salva suicidi”.

Fosse stata in qualche modo un po’ di più pubblicizzata e applicata, forse qualche suicidio lo avrebbe davvero evitato.

Dopo cinque anni è ancora poco conosciuta, se non per il nome, soprattutto da quei professionisti che invece potrebbero usarla, o almeno consigliarla, per salvare molti dei loro clienti.

Finalmente la gente comune, quella che i problemi se li porta sulle spalle tutti i giorni, inizia sempre di più a capire che la soluzione c’è ed è a portata di mano.

E infatti è in crescita costante ogni mese la ricerca in internet di notizie relative a questa legge.

Cosa ci permette di fare la legge 3 del 2012?

Ci permette, nel caso in cui fossimo nella condizione di avere troppi debiti rispetto alla nostra possibilità di pagamento, di onorarli in maniera umana se ce ne fosse la possibilità, oppure addirittura di cancellarli.

Si, hai capito bene, di cancellarli.

L’accesso ai benefici della legge è riservato a tutte quelle persone o aziende che non possono accedere alle classiche procedure concorsuali tipo concordato o fallimento.

Quindi piccoli imprenditori, professionisti, agricoltori, piccole società e associazioni.

Tutti soggetti che altrimenti sarebbero inseguiti a vita, e anche dopo, dai creditori che giustamente pretendono che il debito venga pagato.

La legge da la possibilità alle persone sovraindebitate di proporre ai creditori un “piano di rientro” tarato sul reddito in modo che sia sostenibile e il debito o parte di esso possa venire effettivamente pagato.

Oppure, in assenza di un reddito congruo, si può decidere di liquidare dei beni che la maggior parte delle volte sono già pignorati e stanno per essere messi all’asta.

Con la vendita dei beni si pagano i debiti che si possono pagare e il resto, se c’è, viene considerato inesigibile.

Cioè vuol dire che non lo pagherai più e nessuno potrà più fare nulla per esigerlo.

Ma nel caso non avessi beni da mettere a disposizione e il mio reddito non fosse congruo per poter proporre un piano di rientro accettabile?

Sono destinato ad essere indebitato a vita e nascondermi per non subire azioni da parte dei creditori?

Anche qui la legge prevede una soluzione!

Per poterla spiegare mi aiuto con un provvedimento del Tribunale di Brescia in cui il giudice ha dato il via ad un procedimento di liquidazione senza patrimonio disponibile.

Il debitore verserà nei prossimi 5 anni la cifra di 200 euro mensili.

Questa cifra risulta dalla differenza tra il reddito e la somma delle spese che il soggetto sostiene per poter vivere dignitosamente lui e la sua famiglia.

I 200 euro in più verranno versati ogni mese per i prossimi cinque anni. Al termine di questo periodo sarà pagato circa il 12% dell’intero debito.

Il resto verrà considerato inesigibile e il debitore, se avrà mantenuto l’impegno e si sarà comportato in maniera da meritarlo, potrà chiedere il Certificato di Esdebitazione che gli permetterà di ricominciare una vita da persona normale.

Non dovrà più avere paura che qualcuno gli possa pignorare lo stipendio o bloccare la macchina.

Potrà permettersi di valutare l’accesso al credito senza essere considerato un “cattivo pagatore” o peggio un soggetto in sofferenza.

Non è fantastico?

E’ la vera ed unica soluzione per tornare a vivere senza il peso dei debiti !!

Ed è una soluzione prevista dalla Legge!

Sicuramente conoscerai qualcuno che può beneficiare di questa legge.

Dagli il mio numero, possiamo davvero farlo sperare di avere una vita SERENA!

Buona Vita!

Gianmario.

Scarica GRATIS il MANUALE DI AUTODIFESA DEL CLIENTE BANCARIO ! 

Lascia un commento