Altra condanna per usura nei confronti di una banca

By | 22 Settembre 2015

condannataAltra condanna per usura nei confronti di una banca, proprio così anche oggi ti parlo di conti correnti e banche condannate, in sede civile, a rimborsare al cliente tutti gli interessi e le spese.

Come già detto la legge 108/96  recita, stranamente in italiano comprensibile (non è cosa per tutti i giudici…) che tutte le componenti di costo presenti in un conto corrente (ma anche in un mutuo) concorrono alla determinazione del tasso applicato. Cioè agli interessi passivi devo aggiungere le ormai famigerate commissioni di massimo scoperto, le spese di tenuta conto, le eventuali spese assicurative e qualsiasi altra spesa ad esclusione di tasse e bolli.

Che è successo a Verona?

E’ successo che una delle più grandi banche italiane è stata condannata a restituire a una Signora ben 24.444,89 € oltre interessi più 5.067,68 € per spese e competenze di lite perché avevano superato il famoso tasso soglia.

La cosa che mi rende più orgoglioso è che l’inizio della storia di questa Signora è avvenuto a casa mia, in quello che allora era il mio ufficio, la dependance, e oggi, a distanza di due anni, posso parlare fiero di questa vittoria!

Il giudice, pur cercando di districarsi tra legge e circolari di Banca d’Italia, dando quindi un colpo al cerchio e uno alla botte, di fronte ala perizia redatta dal perito da lui stesso nominato (CTU) ha dovuto condannare la banca alla restituzione degli interessi e delle spese pagate sul conto corrente e anche al pagamento delle spese sostenute per la causa. Leggi la sentenza.

Ha inoltre “dovuto” trasmettere gli atti alla Procura della Repubblica essendo l’usura un reato penale.

Scarica GRATIS il MANUALE DI AUTODIFESA DEL CLIENTE BANCARIO !

Pochi giorni fa a Padova il giudice ha annullato la clausola degli interessi moratori perché avevano superato il limite imposto dalla legge. Leggi la sentenza

La settimana scorsa nelle Marche un presidente di banca è stato condannato a due anni e due mesi di reclusione per usura applicata nei conti correnti dei clienti di una banca di credito cooperativo (quelle che “la tua banca è differente”).

Il 14 settembre a Treviso il giudice ha revocato un decreto ingiuntivo emesso da una banca nei confronti di un’azienda. Leggi la sentenza

In agosto a Pescara una banca è stata addirittura condannata per lite temeraria…

Come vedi ormai i tribunali italiani si stanno uniformando nelle decisioni: STANNO APPLICANDO LA LEGGE. Sì lo so che sembra un’affermazione strana ma la stranezza è che ci sono ancora tribunali che invece di attenersi alla legge si attengono alle circolari di Banca d’Italia.

Ci sono Tribunali (sempre meno) che negano l’evidenza e si appiattiscono ai piedi dei poteri forti.

Ma ci sono tanti Italiani, cittadini onesti, che non sopportano più queste vessazioni e decidono di alzare la testa e far valere i loro diritti.

E ci sono tanti Italiani che li aiutano a capire, li aiutano a combattere, li aiutano a resistere, e magari a vincere, proprio come è successo alla Signore protagonista di questo articolo.

Tu da che parte vuoi stare?

 

Buona Vita!

Gianmario

Scarica GRATIS il MANUALE DI AUTODIFESA DEL CLIENTE BANCARIO !

Lascia un commento